Industria

Industria

Il sistema di sanificazione Ozotek, trova applicazioni in svariate attività industriali:

1.    Nel settore delle bevande (vino, birra, succhi di frutta e acque minerali), per:

·   la sanificazione delle linee di riempimento e imbottigliamento;

·    la sanificazione dei serbatoi e delle vasche di stoccaggio;

·    la disinfezione delle bottiglie pre-imbottigliamento;

· la sanificazione e disinfezione ambienti produzione uve passite;

·    il trattamento di barrique.

In sintesi, i vantaggi si possono riassumere in:

·    maggior semplicità nel processo;

·    risparmio di acqua;

·  risparmio di energia (con l’ozono si susa solo acqua fredda, quindi no uso di vapore o acqua calda);

·    risparmio di tempo; 

·    risparmio di prodotti chimici (ad es. acido perossiacetico); 

·    eliminazione degli odori; 

·    nessuna possibilità di contaminazione dei prodotti da imbottigliare, (vino, birre, succhi, acqua) e relativa riduzione di scarti

2.   L’ozono trova eccellenti applicazioni nell’industria del trattamento delle carni. Può essere impiegato nel primo lavaggio delle carcasse prima della lavorazione, per la sanificazione degli ambienti di lavorazione della carne e per la disinfezione degli utensili.

     I vantaggi dell’utilizzo dell’ozono sono:

·  un marcato aumento del tempo medio di conservazione delle merci sia nei banchi refrigerati che
all’interno delle celle frigorifere (fino ad una settimana in più per le frattaglie e per i tagli di manzo e di maiale) 

·     l’eliminazione degli odori di natura organica; 

·  la possibilità di mantenere il tasso di umidità nelle celle ad una gradazione più elevata, attenuando il calo  di peso. 

·  l’utilizzo dell’ozono fornisce maggiori garanzie contro i patogeni come E.coli, Listeria contaminanti come Pseudomonas, Candida, Penicillium, impattando positivamente sulla shelf life dei prodotti. La
conservazione della carne di maiale, ad esempio, sottoposta a trattamento con ozono, si incrementa almeno del 20%. 

·     Nell’industria dei Salumi l’ozono può essere usato per sanificare, sterilizzare ed ottenere un adeguato controllo ambientale negli impianti di confezionamento e preparazione di salumi, evitando l’impiego di grandi quantità d’acqua per il lavaggio, i risciacqui e l’impiego di prodotti chimici che possono lasciare residui indesiderati. L’ozono è efficace nella disinfestazione da acari nei prodotti di salumeria (prosciutti crudi stagionati, speck, coppe, pancette arrotolate, culatelli, salami a lunga stagionatura, ecc.); può essere inoltre utilizzato nelle sale di stagionatura per ottenere prodotti privi di muffe indesiderate e per evitare l’attacco da parte di insetti indesiderati come gli acari dei salumi.

3.  L’ozono è ideale per sanificare, sterilizzare ed ottenere un adeguato controllo ambientale negli impianti di confezionamento e preparazione del latte e dei formaggi, per la sanificazione delle acque di governo per mozzarelle e latticini. L’acqua trattata con ozono è infatti priva di odori e sapori sgradevoli e svolge un’ importante azione germicida e di abbattimento di tutti i micro-inquinanti organici. 

  · L’ozono utilizzato nelle sale di stagionatura consente di ottenere prodotti   privi di muffe indesiderate (verdi, gialle, nere), nelle camere bianche   consente di operare con aria purissima e in un ambiente praticamente     sterile. 

   · L’ozono è stato impiegato anche su formaggi come la ricotta, il gorgonzola, il taleggio, per combattere la Listeria Monocytogenes e nelle celle di stagionatura di vari formaggi, per evitare infestazioni di insetti e parassiti indesiderati. 

·  L’ozono può essere utilizzato nel trattamento del siero e dei fanghi reflui per ridurne i costi di smaltimento. 

4.  Il sistema di sanificazione Ozotek è utilizzato con successo nei processi di trasformazione e packaging dei prodotti ittici. L’ozono può infatti essere utilizzato efficacemente nelle seguenti fasi industriali:

·   nelle fasi di lavaggio e della lavorazione del pesce perché in questa fase utilizzando acqua ozonizzata si abbattono gli odori e si disinfetta il pesce, aumentandone la shelf life di vari giorni;

·  diminuendo la formazione di ammoniaca derivante dai processi di putrefazione ed evitando residui come il cloro, che reagendo con i composti organici del pesche produce sottoprodotti tossici del cloro;

·  nelle fasi di depurazione dei prodotti ittici filtratori (quali, ad esempio, cozze, vongole, telline, etc.), ovvero nei passaggi che seguono alla loro raccolta ma che ne precedono le fasi finali di condizionamento pre-commerciale;

·    nella fasi di lavaggio e pulizia esterna di tali prodotti, prima della loro immissione definitiva nel circuito commerciale. L’ozono può essere usato nelle acque in ingresso o in ricircolo negli allevamenti, ottenendo un deciso miglioramento della qualità delle acque stesse che risultano avere una considerevole riduzione della carica di batteri, virus, protozoi e funghi patogeni per i pesci; L’ eliminazione delle sostanze colloidali sospese nell’acqua e rimozione delle sostanze organiche dissolte che possono stressare i pesci. L’eliminazione dell’ammoniaca e dei nitriti che possono essere tossici per i pesci; Un incremento del tasso di accrescimento (maggiore velocità nella crescita del pesce); un aumento del fattore di conversione alimentare (fattore di trasferimento alimentare), con conseguente diminuzione della quantità; maggior produzione ittica ottenibile con le stesse strutture; prodotto ittico ottenuto ad un minor costo e quindi più concorrenziale!

5. Nel settore alimentare della IV gamma il sistema Ozotek rappresenta un punto di forza in quanto capace di offrire una serie di servizi incorporati (convenience food) in sintonia con l’evoluzione dello stile di vita del consumatore moderno sempre più frettoloso, attento alla praticità, alla rapidità ed ai costi. I prodotti di IV gamma sono ortaggi e frutta fresca che dopo la fase di raccolta, lavaggio, taglio e pulizia, vengono venduti in buste già pronte per il consumo, crudi senza ulteriore manipolazione. Questi prodotti non vengono quindi trasformati, ma soltanto condizionati, mediante processi industriali, per essere utilizzati dal consumatore finale. L’impiego del sistema Ozotek per il lavaggio della matrice alimentare con acqua ozonizzata garantisce una significativa riduzione della microflora contaminante, senza alterazione delle caratteristiche qualitative del prodotto, ed una estensione della shelf-life. Dopo sette giorni di conservazione, il prodotto trattato con ozono presenta caratteristiche conformi agli standard di riferimento per la vendita al dettaglio dei prodotti di IV gamma ed un miglioramento delle caratteristiche igienico-sanitarie. Al contrario, lo stesso prodotto non trattato o lavato con i convenzionali sanitizzanti di sintesi chimica raggiunge e supera il valore massimo accettabile già dopo 4 giorni di conservazione a 4°C.